Faq

1. Come funziona Jatapay?

Jatapay non è un servizio finanziario perché non anticipa i soldi della dilazione all’Esercente. È invece un ottimo servizio di marketing che permette all’Esercente diverse azioni:

  • Aumenta il potere di acquisto del suo Cliente
  • Permette di adottare politiche di fidelizzazione attraverso abbonamenti
  • Favorisce il Cross Selling
  • Favorisce l’Up Selling
  • È un ottimo sistema per garantire meglio la gestione dei pagamenti.
  • Jatapay, permette di attivare un pagamento dilazionato o in unica soluzione in circa 30 secondi senza dover stampare nulla. Il servizio funziona off-line, on-line, sulle principali piattaforme di E-commerce e a distanza. Il Cliente si deve registrare gratuitamente solo la prima volta e inserirà nel proprio profilo personale e protetto la propria carta di credito e/o di debito. La registrazione è una normale registrazione uguale a qualsiasi altro sito. Una volta registrato l’Esercente richiama il cliente attraverso l’indirizzo mail e lo assegna alla sua lista clienti. Non avrà mai accesso ai numeri delle carte di pagamento ma vedrà solo gli ultimi 4 numeri e la scadenza. Questo per la sicurezza del Cliente e dell’Esercente. Le dilazioni di pagamento sono ammesse con carte di credito con plafond. Le dilazioni di pagamento sono ammesse con carte di credito, carte di debito, prepagate e Iban.

2. Quali carte di pagamento accetta Jatapay?

Jatapay accetta le carte dei circuiti MasterCard, Visa e American Express.

3. Come funzionano le carte di credito in italia?

Jatapay non essendo una banca non può garantire le insolvenze. Nonostante questo, dobbiamo contestualizzare questo rischio secondo dati ufficiali. CRIF ogni anno pubblica un resoconto sullo stato delle carte di pagamento in Italia. Negli ultimi 4 anni i dati della rischiosità dei pagamenti cn carte di credito sono stati:

  1. 2,3% nel 2015 1,8% nel 2016 1,6% nel 2017
  2. 1,4% nel 2018 e 1,2% nel 2019. Oggi Jatapay registra un’insolvenza inferiore all’1,2% nazionale grazie anche all’attività di Credit Management e al sistema di rating interno. 

4.  I costi delle carte di pagamento chi li sostiene?

L’Esercente, per i soli servizi denominati “Pagamento dilazionato” e “Pagamento in
abbonamento” riconosce alla piattaforma di pagamento, per ogni rata a buon fine transata su carte di pagamento europee, una spesa di incasso pari ad Euro 0,60 (zerovirgolasessanta) + IVA.
Oltre alle spese di incasso è prevista a carico dell’Esercente una commissione proporzionale pari al 2,90% (duevirgolanovanta) + IVA del valore di ogni rata incassata da carte di pagamento europee. Per le transazioni su carte di pagamento extra-europee l’Esercente riconosce una ulteriore e aggiuntiva commissione proporzionale pari all’1,50% (unovirgolacinquanta) + IVA.
Nessun altro onere, per questo servizio è richiesto all’Esercente da parte di JATA.
L’Esercente, per il solo servizio denominato “Pagamento POS virtuale”, riconosce alla piattaforma di pagamento, per ogni incasso in unica soluzione a buon fine transato su carte di credito/debito europee, una spesa di incasso pari ad:

  • Circuiti VISA/MASTERCARD Euro 0,45 (zeroquarantacinque) + IVA e una commissione
    proporzionale pari al 1,80% (unovirgolaottanta) + IVA del valore dell’incasso.
  • Per le transazioni su carte di credito/debito extra-europee dei medesimi circuiti, l’Esercente riconosce una ulteriore e aggiuntiva commissione proporzionale pari all’1,50% (unovirgolacinquanta) + IVA. Nessun altro onere, per questo servizio è richiesto all’Esercente da parte di JATAJATA.
  • Circuiti AMERICAN EXPRESS Euro 0,45 (zeroquarantacinque) + IVA e una commissione proporzionale pari al 2,80% (duevirgolaottanta) + IVA del valore dell’incasso.

5. Come ci si attiva al servizio?

Si accede a Jatapay come Esercente stipulando il contratto di attivazione. Ci sono Varie tipologie di contratti e opzioni.

6. Jatapay funziona con quali sistemi di e-commerce?

Jatapay ha realizzato plug-in di collegamento con le principali piattaforme di ecommerce:

V-commerce, Magento, Erashop e Prestashop. I programmatori degli Esercenti potranno agevolmente collegare tramite il Plug-in Jatapay alla loro piattaforma.

La grandissima maggioranza delle piattaforme E-commerce sono costruite sulla base di queste sopra indicate.

Per qualsiasi altra o gestionali vari si possono usare le API.

7. Che costi ha la registrazione per il Cliente?

Il Cliente non ha alcun costo per accedere alla piattaforma Jatapay. La registrazione è gratuita.

8. Come faccio a trovare gli Esercenti abilitati?

Il Cliente nella propria area riservata ha una funzione “Trova negozi” dove può cercare sulla mappa i negozi abilitati.

9. È possibile modificare i miei dati comunicati in sede di attivazione?

L’Esercente nella sezione documenti dell’area riservata ha un modulo che si chiama “Modifica Dati Esercente” dove è possibile comunicare a JataJata il cambiamento di diversi dati: • Mail

  1. Tel.
  2. PEC
  3. Indirizzo sede legale (allegare visura camerale)
  4. Indirizzo sede operativa
  5. IBAN
  6. Rappresentante Legale (allegare visura camerale e documento di identità) L’Esercente potrà modificare i dati più di una volta a costo zero, basta comunicarlo alla nostra Direzione.

10. Cosa accade se la dilazione è superiore alla scadenza della carta?

L’Esercente al momento della disposizione vede la scadenza della carta. Questo non limita la possibilità di azionare la dilazione lo stesso.

In prossimità della scadenza il Cliente deve richiederci di spostare la dilazione su una nuova carta che ha inserito nella sua area riservata. Questa operazione è ammessa solo in caso di scadenza o in caso di insolvenza. Se invece la dilazione è in corso non è possibile spostare una dilazione regolare su una carta di cui non si conosce la solvibilità.

11. Nei collegamenti con siti E-commerce cosa accade se il Cliente chiede nei 14 giorni di Legge il rimborso?

L’Esercente ha la possibilità di attivare l’annullamento della dilazione nei 14 giorni di legge per attività di E-commerce senza alcun costo.

12. I costi delle commissioni sono deducibili?

Si i costi sono fatturati da Jatapay con IVA e quindi deducibili al 100% e l’IVA è detraibile al 100%.

13. Utilizzando Jatapay quando sono obbligato, come Esercente, ad emettere scontrino o fattura?

L’art. 6 del DPR 633/72 (c.d. Legge IVA) disciplina il momento entro cui c’è l’obbligo di emissione del documento fiscale.

Per i beni materiali l’Esercente emetterà scontrino o fattura al più tardi alla consegna del bene. Per i servizi l’Esercente emetterà scontrino o fattura al più tardi alla data di incasso. Quindi nel caso di servizi è possibile fatturare o emettere scontrino rata per rata.

14. Se il cliente non riceve l’sms di conferma cosa è potuto accadere?

La prima verifica da fare è se il numero di cellulare del cliente registrato è lo stesso, è corretto, e se è lo stesso in cui si aspetta che arrivi l’sms. Poi si verifica se le altre dilazioni della giornata stanno andando a buon fine. Basta verificare la sezione “Dilazioni” del sito e vedere se ce ne sono in corso alla stessa data. Se tutto è giusto allora potrebbe essere un problema di ricezione del cliente.

17. Normativa di riferimento

La Strong Customer Authentication (SCA) è una delle principali novità della PSD2. Conosciuta anche come autenticazione a due fattori, la SCA consiste nella verifica di almeno due elementi di diversa tipologia per accertare l’identità di un utente di servizi di pagamento o la validità dell’uso di uno specifico strumento di pagamento: i fattori necessari per l’autenticazione vengono combinati in modo dinamico legando ciascuna transazione ad un importo e un beneficiario specifico, certificandone dunque l’unicità. L’obiettivo principale della strong authentication è aumentare la sicurezza delle transazioni online.

https://www.eba.europa.eu/eba-publishes-an-opinion-on-the-elements-of-strong-customer-authentication-under-psd2

PSD2, Payment Services Directive 2